La vita in diretta del Funo, squadra che milita nel campionato ECCELLENZA di Bologna. Spazio aperto per i giocatori e i tifosi del DREAM TEAM

giovedì, marzo 29, 2007

Speciale Motori

F1
Primo gran premio dell'era post Schumy, e credetemi, per un suo tifoso non è facile per niente. Non sono mai stato un fan, non ho mai avuto miti...quasi mai. Schumy è l'eccezione che conferma la regola, una formula 1 senza di lui è come il calcio senza Baggio, la Virtus senza Ginobili, Bologna senza le due torri, il motomondiale senza Valentino...tutto scorre e continua certo. Tutti gli sport citati proseguiranno senza i campioni accostati alla disciplina, ma in maniera diversa per chi si è affazionato.

Fatta questa doverosa premessa la Ferrari vince con Kimi, che ottiene pole, giro veloce e vittoria. Festa Ferrari che poteva essere totale se non fosse capitato un guaio alla macchina di Felipe Massa, costretto a partire dall'ultima posizione e autore di una fantastica rimonta che lo ha visto chiudere in 6° posizione.
Le Mclaren sembrano veloci, Alonso ma ancor di più Hamilton (secondo e terzo) hanno dimostrato che la scuderia di Ron Dennis quest'anno sarà l'avversario da battere per Maranello, mentre appare tremendamente in ritardo la Renault di Briatore, il quel si trova per la prima volta in carriera senza un Top Driver che possa aiutarlo a colmare il gap tecnico che separa i francesi dalla concorrenza.

MotoGP

Valentino aveva bisogno di una vittoria, ma ancor di più di una vittoria di forza, che dimostrasse agli altri che il fenomeno c'è ancora e che per il mondiale dovranno fare tutti i conti con lui. Così è stato, partito alle spalle di Pedrosa, l'avversario designato, lo supera subito di forza e superiorità, cioè in staccata. Valentino sa quanto sia importante dimostrare all'avversario la supremazia...e un sorpasso in staccata, dove Pedrosa è debole (e dove purtroppo per lui si vincono le gare e i mondiali) vale ben di più di un'accelerazione bruciante in rettilineo.

Preva una vignetta il sorpasso con Vale che sembrava mettere una mano sulla spalla allo spagnolo:' ehy, nano di merda, spostati e prova a starmi dietro che oggi arrivi secondo...forse'
E' andata da Dio a Daniel, secondo. Peggio a Casey Stoner, che senza potersi avvalere di una pista ad hoc per il mostro di Borgo Panigale è riuscito cmq a limitare i danni. Sembra in crisi Loris, ma speriamo ne esca presto, mentre Melandri comincia a prendere confidenza con le Bridgestone.

K.

L'Italia torna in corsa

Nel mercoledì di qualificazioni europee, l'Italia di Donadoni torna in corsa battendo a Bari una coriacea (niente di più però) Scozia grazie ad una doppietta del bomber di Pavullo, Luca Toni.

Donadoni schiera un attacco inedito, con Perrotta, Di Natale e Camoranesi a supporto di Toni, unica punta. L'innovativa scelta costringe Del Piero alla panca e Gila alla tribuna.
Partita discreta dal punto di vista tecnico, buona da quello agonistico. un gol per tempo, sempre di testa bastano all'Italia per avere la meglio su un avversario tosto...e basta. Nella ripresa gli azzurri non concretizzano alcune palle gol (soprattutto con Di Natale, cmq. ottimo a mio modesto parere) che avrebbero consentito un risusltato ben più rotondo.

Dovevano essere tre punti e tre punti sono stati. Lascio da parte le banalità sul fatto che la Nazionale Campione del Mondo dovrebbe ammazzare le qualificazioni; ormai il calcio è livellato (ovvietà ma verità) e non ci sono più le nazionali materasso di una volta. La verità è che ogni partita va vissuta, giocata e ...possibilmente vinta. In questo caso specifico la nazionale scozzese vista al San Nicola (stracolmo, complimenti ai cugini adriatici) era ben poca cosa e l'Italia ha avuto facilmente la meglio.

Volevo soffermarmi sulla grande prova dell'Under21 nel nuovo Wembley...tripletta di Pazzini e pareggio con i pari età di sua maestà. Poteva essere vittoria, e l'avremmo meritata tutta, ma credo che mai oggi abbiamo a disposizione una nazionale Under21 qualitativamente fortissima; basti citare Pazzini, Montolivo, Rosina, Lazzari, Paonessa, Padalino, Marchisio, Luppoli, Rossi...davvero un gran bel roster!!!! Forse meno completa e tosta di quelle che nel passato vinsero europei su europei ma tecnicamente devastante.

N.

Stasera cena

...da Marco all'Osteria dell'Orsa. Chiunque voglia venire è benvenuto.

Ripresa allenamenti

Stasera riprendono gli allenamenti, sospesi lunedì a causa del maltempo che ha fermato il campionato.

Coach Beoni, fermamente saldo sulla panca, ora che ha cementato il secondo posto in classifica, conta di avere a disposizione tutti gli effettivi per poter preparare al meglio la prossima trasferta e consolidare sempre più la posizione di alta classifica raggiunta dal DREAM TEAM

lunedì, marzo 19, 2007

Up and Down

10 alla Ferrari: ricomincia il mondiale e le rosse di Maranello dominano. Non era facile (e non lo sarà il proseguio) ripartire senza Michael in questo modo!!!
9 a Raikkonen: pole, giro veloce, vittoria all'esordio sulla rossa. Non ride...ma nemmeno il Kaiser era famoso per la sua 'italianità'. A me va da Dio così.
8 a Hamilton: esordio e terzo posto, che...poteva essere forse un secondo. Chi ben comincia...
7 a Massa: rompe il cambio e la squadra decide di farlo partire ultimo e non 16°. Conclude sesto dopo una pregevole rimonta su una pista poco propensa ai sorpassi.
6 ad Heidfeld e Rosberg: portano a punti la Sauber Bmw e la Williams battendo i rispettivi compagni e dando tranquillità ai rispettivi team
5 a Fisichella: arriva si 5° ma a più di un minuto. La macchina avrà qualche problema ma è pur sempre la scuderia due volte campione del mondo negli ultimi due anni. Nota positiva, il suo compagno non pare impensierirlo.
4 ad Alonso: la Ferrari di Kimi è più veloce ha dichiarato l'iberico. MA DAI!!!!!! E tu per due anni cosa hai guidato...un Landini??? Il primo anno correvi contro Fisico e basta, scusa se è poco. L'anno scorso hai vinto per il vantaggio preso all'inizio quando la Ferrari arrancava, salvo rimettere in discussione il titolo alla fine. A melbourne arrivi secondo e ...ringraziare qualcuno. Campioni lo si è anche nella sconfitta. Schumy docet!!!!!!!!
3 a Kovalainen: non ne imbrocca una. Ansia da debutto...speriamo
2 a Ridge Coulthard: ennesimo crash test David???
1 alla Honda: dovevano essere l'outsider...stica, mico, stopar!!!
0 non si da mai a nessuno!!!!!!!

N.

Legamenti crociati anteriori...du palle!!!

Dopo un anno circa mi sono finalmente sottoposto alla ricostruzione del legamento crociato anteriore del ginocchio destro. Se potete...cercate di non farvi male!!!

L'intervento in se non è doloroso e 'troppo impegnativo' per il paziente. La parte critica è la rieducazione (o riabilitazione), che è lunga e a tratti dolorosa.

Colgo l'occasione per ringraziare l'equipe medica dell'ospedale di Bentivoglio guidata dal Dott. Garozzo che mi hanno seguito prima durante ed...ora in maniera eccezionale. Non ho subito altri interventi alle ginocchia, quindi non ho altri elementi per poter dire se ci siano altre equipe 'migliori' o chiamatele come volete. Posso solo dire che dopo 2h dall'intervento camminavo senza stampelle, senza averle mai utilizzate. Il legamento non è una appendicite, è soggettivo in quanto sempre di trapianto si tratta, quindi ogni organismo reagisce in maniera differente rispetto ad un altro paziente...ma la mia esperienza è stata questa. 2 H...in piedi, stampelle mai viste e ...dopo 5 gg. inizio della riabilitazione.
La medicina sportiva ha fatto passi da gigante, ma credo sia fondamentale che ad applicarla siano professionisti, come è successo nel mio caso.

Nicola C. (K)

martedì, marzo 06, 2007

DREAM TEAM Vs Sole Luna 3-1

Match decisivo per la stagione del Funo. Lotta per la salvezza, o qualcosa di più, aut aut che solo il risultato della partita col Sole Luna può svelare.

Per motivi varii (alle superiori sarebbero problemi familiari (gl) ) lo scriba non è presente al match e può offrirvi un breve riassunto del Capitano.

Partita che parte in discesa, grazie ad un autogol ospite per poi continuare sui binari del facile successo grazie ad un penalty trasformato da Rossetti (rigorista per la contemporanea assenza degli altri 3 trasformatori). Accorciano le distanze gli ospiti, sfruttando uno sventurato retropassaggio difensivo. Sigillo e partita chiusa di Bomber Merli nelle battute finali.

Vittoria scaccia crisi, boccata d'ossigeno ma soprattutto iniezione di fiducia e morale. Finalmente segnando 3 gol (senza tutto l'attacco titolare e senza le riserve) portiamo a casa 3 punti. Era stato psicologicamente tremendo raccogliere 2 punti segnando 9 gol nelle ultime tre partite.

Il solco dalla zona retrocessione pare solcato, ricordo che negli utlimi campionati con 26 27 punti si aveva la certezza quasi matematica. Siamo a 24 con diverse partite da giocare, salvo imprevisti stile Bologna Fc anno 2004, si può giocare a mente libera e cuor leggero cercando di divertirci e cogliere qualche soddisfazione in più. Soddisfazione che i ragazzi e coach Beoni meritano per l'impegno profuso e manifestato durante tutto il corso dell'anno.

Divertitevi se potete
K.

lunedì, marzo 05, 2007

LA Domenica sportiva (05/03/2007)

Torna dopo alcune settimane il commento al week end sportivo.

Durante questo periodo abbiamo creato il sito della squadra, comprando un dominio per dare più visibilità e maggiore spazio telematico al Dream Team. All'indirizzo www.funopol.it troverete tante info riguardanti la squadra e non solo.

Campionato di riferimento: cadetteria

Il Bologna si rilancia espugnando Cesena. Partita dal risultato rotondo che rispecchia in pieno l'evolversi della gara. Una doppietta del ritrovato Marazzina, un gol a testa di Filippini e Fantini, insieme alla doppia espulsione subita dai bianconeri sanciscono il risultato a favore dell'undici felsineo. Primo tempo spumeggiante, con i tre centrocampisti rossoblu a dettare il ritmo gara. Chiuso 3 a 0 nella ripresa i bolognesi si limitano a controllare la reazione d'orgoglio dellasquadra di Acori.
Dopo la discreta prestazione di Rimini, a Cesena il Bologna riparte per l'obiettivo mai celato della promozione diretta. Il distacco dal Napoli (la Juve arriverà prima) è di 6 punti, non sono pochi ma ci sono ancora parecchie partite e lo scontro diretto in casa. Il Genoa ci precede di una lunghezza (in questo caso faremo visita ai grifoni a Marassi). Piacenza, Mantova e Rimini per ora reggono il passo, ma la classifica paredelinearsi verso il rush finale preventivato alla vigiglia. Juventus in serie A senza troppi patemi e Bologna, Genoa e Napoli a contendersi il posto mancante.

Non sarà facile avere la meglio, ma credo che ce la giocheremo sino alla fine; possiamo sperare nelle primavere delle squadre di Ulivieri. La belle stagione, storicamente, vede le squadre allenate da Renzaccio comportarsi egregiamente, basti pensare alla stagione scorsa o, scaramanticamente all'ultima promozione in A.

Basket: le bolognesi

La Virtus accusa oltremodo il post final Eight. Si sapeva che la squadra non avrebbe retto a questi livelli sino alla fine, ma il crollo è verticale. Perdere contro Roma in casa è grave, sia perchè i capitolini venivano da un periodo nero e si presentavano a Bologna come una delle peggiori squadre del momento, sia perchè per l'ennesima volta abbiamo perso una partita punto a punto. 0 vinte in stagione quando si deve decidere la paritita con l'ultimo possesso. Siena, Treviso in campionato e coppa, Napoli (l'eccezione che conferma la regola è la vittoria contro Milano in semifinale di Coppa, ma obiettivamente quella gara la stavamo buttando via dopo averla già vinta diverse volte).
Quindi, analizzando il trend delle sconfitte si evince che la squadra è stanca e non ha uomini 'freddi' o di carisma in grado di assumersi la gestione, ma soprattutto la degna conclusione, di palle importanti. La cessione di Davidson, poco chiara, non ha portato altri giocatori. Si è ulteriormente indebolita la voce rimbalzi, che vedeva già la V nera deficitaria, senza rinforzare altri reparti. Il rientro del capitano è da definire e Best gioca senza allenarsi quasi mai. Sarebbe un peccato gettare alle ortiche una stagione che potrebbe toglierci qualche soddisfazione.