La vita in diretta del Funo, squadra che milita nel campionato ECCELLENZA di Bologna. Spazio aperto per i giocatori e i tifosi del DREAM TEAM

mercoledì, febbraio 21, 2007

DREAM TEAM - Bo.Ca 3-3 (cronaca)

Si gioca al comunale di Funo davanti al solito folto gruppo di supporter. Cielo sereno, temperatura non bassa ma alta percentuale di umidità.

Coach Beoni schiera il solito 3-4-1-2 casalingo. Davanti a Fabri estremo, Raffa, Tasso e Matte formano la diga difensiva. A centrocampo Bledi e Sove in mezzo, Fancio a sx e il Capitano a dx. Il merlo suggeritore per il tandem d'attacco formato da Manu e dal Bomber.
Più di altre volte regna un'iniziale confusione sui ruoli da ricoprire. Le punte di ruolo non tengono alta la squadra rientrando sempre ben oltre l'ultimo marcatore avversario. Così facendo si pestano sistematicamente i piedi. Dal canto suo il Merlo deve arretrare sulla linea dei centrocampisti e cercare spazi andando da dx a sx senza costrutto. Il peggio però lo realizza la linea difensiva, eccessivamente ballerina.
Gli ospiti, discreta squadra, soprattutto in attacco tardano poco a passare in vantaggio. Lo scoramento prende il sopravvento e non riusciamo a renderci pericolosi. Questa situazione dura una decina di minuti, quando una bellissima azione in velocità Angelelli-Fancelli (gli ellis :-) ) manda quest ultimo al tiro. La goffa imposizione dell'estremo avversario consente di raggiungere il momentaneo pareggio.
Partita dove gli attacchi hanno sistematicamente la meglio sulle difese. Ogni azione, da una parte e dall'altra è un costante pericolo. Perdonatemi ma mi limiterò a descrivere i successivi gol. Sempre Angelelli, autore finalmente di una prestazione maiuscola serve al Merlo un assist al bacio. Semplice per l'ala del Funo insaccare il momentaneo vantaggio.
Come dicevo prima, ogni azione diventa un possibile gol. In questo contesto gli ospiti prima pareggiano poi trovano il nuovo vantaggio. Una pennellata di Bledar per il solito Merlo ci consente di pareggiare in extremis.

6 gol sono sempre un bello spettacolo, ma per chi mastica un minimo di calcio la partita di ieri sera non è stata molto divertente. Abbiamo sofferto tremendamente l'assenza di Alberg in difesa. A differenza di altre volte, dove effettivamente il centrocampo non filtrava, mettendo in serio affanno la retroguardia, in questo caso pativamo su campanili. Il denomatore comune di entrambe le squadre è stato quello di scavalcare il centrocampo con lunghi lanci, approfittando della serata di poca vena delle difese.
In un contesto simile un punto è buona cosa, ma nella giornata in cui le due capoliste hanno perso si potevano guadagnare punti preziosi. E' bene ricordare che una squadra con ambizioni da promozione, quando segna 6 gol in due giornate deve capitalizzare. Abbiamo raccolto 2 miseri punti.

Una citazione, oltre al solito Merlo per Matte il Bomber. Dopo un periodo difficile, piuttosto lungo è tornato a fornire una prestazione sontuosa.