La vita in diretta del Funo, squadra che milita nel campionato ECCELLENZA di Bologna. Spazio aperto per i giocatori e i tifosi del DREAM TEAM

venerdì, dicembre 29, 2006

martedì, dicembre 19, 2006

Ufficiale

Il sito www.funopol.it sarà online tra12/24 ore

lunedì, dicembre 18, 2006

LA domenica sportiva (17/12/2006)

Campionato di riferimento: la serie B

Il Bologna espugna Trieste e si trova solo al comando del campionato. Partita che pareva chiusa dopo i primi 30 minuti col risultato sul 2 a 0, grazie alle reti di Della Rocca e Bellucci. Partita come dicevo che pareva archiviata, ma gli alabardati a pochi minuti dalla fine del primo tempo trovavano il gol della speranza.
L'avvio di ripresa è un forcing iniziale degli uomini di Agostinelli, ma il Bologna colpiva in contropiede, ottenendo un penalty per atterramento di Zauli (appena entrato). Bellucci calciava alto, alimentando la speranza di rimonta della Triestina. Nel momento di maggior pressione della squadra avversaria, il Bologna con una bellissima azione inc ontropiede chiudeva la pratica, grazie a Meghni, perfettamente imbeccato da Bellucci, sempre più icona vincente dell'undici rossoblu.
Quarta vittoria consecutiva, seconda di fila in trasferta (Verona 0-1) e ora scontro al vertice con la Juve.
Tengono il passo il Rimini, che vince il derby delle rivelazioni col Piacenza e il Genoa, mentre il Napoli non va oltre lo 0 a 0 col Mantova sul neutro di Perugia.

Rispetto alle attese iniziali, almeno le mie, il campionato sta rispecchiando i valori della vigiglia. Juve che sarebbe prima senza la penalizzazione e Bologna a guidare il folto gruppo delle inseguitrici, dove spicca la vera sorpresa, il Piacenza di Iachini.
Il match di domani sera al Dall'Ara sarà un banco di prova importantissimo, sia per il Bologna, sia per la Juve alla prima vera partita 'da serie A' della stagione.

Basket
Primato solitario della Virtus, che a fatica doma una sorprendente Montegranaro tra le mura amiche. Dopo i primi 2/4 equilibrati la squadra di coach Markowsky ingrana e con un terzo periodo impeccabile vince un match fondamentale; approfittando del passo falso di Siena il primato ora è solitario. Temibile la prox trasferta di Napoli, che sarà un test molto impegnativo per i bianconeri.
Tra le V nere da segnalare le prestazioni dell'ormai slito Blizzard, Best e Vukcevic.
La Fortitudo cade male a Reggio Emilia, campo storicamente ostico per le squadre di Bologna, ma che quest'anno non pareva parquet insormontabile. L'assenza di thomas ha accentuato l'inadeguatezza del pacchetto lunghi, spianando la strada a una Bipop in grande giornata.

Nicola Candini

mercoledì, dicembre 13, 2006

Top 10

Durante un pomeriggio di lavoro scarso...la mia personalissima top ten degli avvenimenti sportivi più emozionanti, e...aimhè la top 10 al contrario.

Mondiali 2006, vittoria contro la Francia in finale
Virtus Bologna, vittoria con tiro da 4 di Danilovic
Virtus Bologna, grande slam 2001
Scumacher/Ferrari; la prima accoppiata mondiale pilota/costruttori
Bologna calcio; vittoria in Coppa Italia a Milano contro il Milan ai rigori (il Bologna militava in B)
MotoGp; primo mondiale Yamaha di Valentino Rossi
Virtus Bologna; final four di barcellona 1998
Albertone Tomba, olimpiadi di Albertville
Bologna calcio; gol di Bresciani al 93 contro il Chievo, ritorno in A
Mondiali di pallavolo; vittoria del Dream Team in finale contro Cuba
Estate 1997; il Bologna ingaggia Roberto Baggio!!!!!!!!!!!!!

top 10...delle delusioni

1994; pasadena, l'italia perde ai rigori la finale mondiale
1998; il Bologna viene eliminato (0-0 1-1) dall'O. Marsiglia in semifinale di Uefa
2006: Schumy fonde il 10 cilindri Ferrari a Monza quando era in testa a un passo dall'8 mondiale
2001: la Virtus perde in casa la finale di eurolega contro il Pana.
2001; il Bologna perde a Brescia 3 a 0. La concomitanza dell'assurda sconfitta interista a roma sponda Lazio ci toglie in un colpo solo dalla zona champions mandandoci in intertoto
1998: l'Italia di Maldini perde dalla Francia...sempre ai rigori
1990: l'Italia di Vicini perde dall'Argentina...ancora ai rigori
Fallimento della Virtus Pallacanestro Bologna
2000: l'Italia perde la finale degli europei...stavolta al golden gol
estate 2004: il Bologna retrocede dopo aver perso lo spareggio col Parma...a Marzo era 6°.

Pensandoci è difficile stilare una classifica, troppi sono gli avvenimenti sportivi emozionanti e al contrario sempre tantissimi sono quelli drammatici (sportivamente parlando).

In rigoroso ordine cronologico, la fumata bianca di Schumacher a Monza è ancora viva, impressa come un macigno nella mia mente, una delusione cocente a un passo dalla vittoria.
Calcisticamente è più vicina una gioia immensa quale la vittoria agli ultimi mondiali, vittoria che ha lenito le numerose sconfitte azzurre in passato, facendole per così dire, passare in secondo piano rispetto appunto, all'ultima grande affermazione.

A livello di squadra di club le cose vanno davvero male...per uno nato nel 79 poche sono le imprese da ricordare dell'undici rossoblu. Ci si aggrappa a una promozione, all'aver visto giocare campioni del calibro di Baggio, Signori e Kolyvanov...davvero poco.

La pallacanestro mi ha dato gioie infinite. Dalla Coppa Coppe del 90 vinta contro il real in finale alla vittoria nell'ultimo derby dopo 3 anni di offese gratuite per un fallimento pianificato a tavolino e deciso senza equiparare le regole per tutti (vero Milano??). La Virtus ha mostrato ai suoi tifosi i più grandi giocatori a livello europeo, tanto forti da riuscire a diventare un quintetto NBA. Sasha, Manu, Marko, Le Roi, Rasho, Rashard, Brunamonti, Abbio, Sugar...il meglio per chi ama la pallacanestro. Il tiro da 4 di Danilovic poi è epica cittadina e non solo, un qualcosa che è diventato magia per i virtussini e incubo infinito per i fortitudini.

Difficile dimenticare l'Albertone nazionale, ogni gara era seguita da milioni di appassionati e non, Alberto ha saputo creare interesse per una disciplina famosa e bella, ma che non toccherà mai più gli apici della notorietà che toccò durante gli anni dei sui trionfi.

Il motomndiale merita un capitolo a se. Tutte le gare sono emozione allo stato puro. Facile appassionarsi a Valentino, IL fenomeno, ma non scordo campioni di un recente passato come Cadalora e avversari odierni di Valentino, quali Melandri e Capirossi.


Nicola Candini

martedì, dicembre 12, 2006

www.funopol.it

è stato acquistato il dominio www.funopol.it; ora con i tempi del caso realizzeremo il sito web...appena sarà online la prima pagina sarà comunicato.

lunedì, dicembre 11, 2006

LA domenica sportiva

Inizio doveroso dedicato al Motor Show di casa nostra...che tanta confusione porta per le ns già disgraziate strade. Qualcuno scrisse che la tangenziale più che una via di comunicazione è una via crucis, ma ora con la nuova uscita Fiera all'interno dell'autostrada e l'aggiunta della stessa dalla tangenziale ...le cose miglioreranno, dicono. Io per stare sul sicuro proverò con tutte le forza ad evitare di percorrere la zona orientale della città...

Detto del campionato di riferimento nel post dedicato alla cadetteria, occhi puntati sul campionato di basket e sugli europei in vasca corta di nuoto. Ah...c'è anche la serie A...vero.

La Virtus espugna il campo di Avellino. Partita tirata, decisa nel finale da un redivivo Drejer, che finalmente la mette quando conta. L'ex squadra di Markowsky, ex molto amato tra i tifosi irpini, tiene tutta la partita. V nere quasi sempre avanti, ma con vantaggi risicati e partita decisa appunto nel finale dal 'principe i Danimarca'. Ottime prove di Lang e di un sempre più 'idolo' Blizzard. Primato in coabitazione con Siena. La F vince nell'anticipo del sabato sera contro Roma dell'ex Repesa. Match chiuso subito e terminato con una 'goleada' biancoblu. Fortitudo che raggiunge a quota 10 la formazione capitolina, che come i 'cugini' non gode di grande salute.
In settimana match europei; la V martedì al palareno per decidere il primato nel girone di Fiba Cup contro i ciprioti del Limassol, la F in casa contro il Le Mans...che non è solo una pista automobilistica a quanto pare!!!

Agli europei di Helsinki grande Italia. Filippo Magnini sempre più re dello sprint centra la doppietta 100 200 stile, Marin d'oro nei 400 misti davanti al grande ungherese Czech...e oro anche per la promessa Filippi sempre nei 400 misti. Medagliere completato dal bronzo di Bossini nei 200 rana, dall'argento della splendida Pellegrini e dalla 50 medaglia per il mitico Rosolino secondo solo a Re Pippo nei 200 stile.
Italia che si conferma forza assoluta del nuoto continentale e si proietta con grandi promesse ai mondiali di questa primavera a Melbourne.

Nel campionato di serie A continua la marcia trionfale dell'Inter, spietata a Empoli dove nella ripresa segna tre gol, vanificando la prima parte eccellente dei toscani. La Lazio vince un derby bello e divertente; il match tra le compagini capitoline dopo un avvio stentato, prende forza, regalando al pubblico romano e non solo, gol ed emozioni.
Il Milan non va oltre lo 0 a 0 casalingo contro il Toro dell'ex Zaccheroni. Rossoneri fermati ancora una volta da un palo...ma questa volta il Torino ne prende di più e può giustamente recriminare sul risultato finale.
Campionato che pare concluso; a ridosso dell'Inter, Palermo e Roma provano a tenere il ritmo, altissimo dei nerazzurri. Dietro il vuoto, vuoi un pò per la differenza tecnica, vuoi anche per il livello decisamente basso di gran parte delle squadre di serie A. Senza offesa, un Catania o un Livorno al 4 e 5 posto...dicono tutto.

Nicola Candini

CAMPIONATO SOSPESO

Sospese tutte le attività agonistiche.

Si riprenderà dopo la sosta natalizia.

domenica, dicembre 10, 2006

Campionato di riferimento (serieB)

Speciale campiontao di riferimento, cioè la cadetteria!!!

A poche giornate dal giro di boa le grandi squadre, favorite alla vigiglia, sono tutte insieme in vetta.
Bologna e Juve conducono con 28 punti, in attesa del posticipo del lunedì che verrà opporsi Cesena e Napoli. Il Genoa insegue a poca distanza, dopo aver impattato in casa con la Juve e perso a al Dall'Ara contro i rossoblu felsinei.
Insieme al Genoa c'è il folto gruppo delle outsider, tra cui era facile prevedere il Rimini, autore prima ancora di un ottimo inizio di un sontuoso mercato un pò meno l'imprevedibile Piacenza di Iachini e lo stesso Cesena di Acori.

Il Bologna demolisce in casa il Lecce di Zeman; partita che segue i binari preventivati nel prepartita, ovvero garea divertente e piena di occasioni. La doppietta del solito Bellucci e il gol di Zauli sono inseriti in una serie di altre occasioni (tra cui un bellissimo gol fantasma di Caludio) che potevano portare il match a risultato tennistico.
La Juve fatica più del dovuto con il Verona di Ficcadenti, che in 2 giornate ha incontrato le due capoliste, ottenendo il medesimo risultato.
Il Rimini calpesta all'Adriatico un disastrato Pescara (5 a 0!!!)...mentre il Genoa risorge vincendo in rimonta a Treviso (3-2).

Campionato bello e affascinante, da seguire fino alla fine che propone un testa a testa tra 4 grandi squadre.

K.

sabato, dicembre 09, 2006

Comunicazione

Lunedì sarà acquistato il dominio funopol.it; ci auguriamo di riuscire a mettere online il sito nel più breve tempo possibile, sito in cui cercheremo di inserire tutte quelle 'richieste' fatte durante l'esistenza del blog.

www.funopol.it sarà il sito internet del DREAM TEAM

martedì, dicembre 05, 2006

NOTA X I LETTORI

Compe potete vedere il blog è diverso, mancano i links cui eravate ormai abituati.
Il tutto perchè stiamo realizzando il sito internet, presto online!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

DREAM TEAM vs Real Calderara 1-1

Prima gara di ritorno (a inizio dicembre) contro il Calderara con cui all'andata era uscito uno scialbo 0 a 0.
All'Olimpico di Funo campo in perfette condizioni, temperatura preinvernale e solito presenza massiccia dei ns fans.
Il Calderara è avversario temibile, secondo in classifica e con un discreto rosters. Dal canto ns siamo come sempre in emergenza, basti pensare che il tanto discusso coach Beoni siede tra le riserve pronto a subentrare.
Le improvvise defezioni e le croniche assenze costringono il coach per un giorno Candini (non è vero, cmq, mi ha passato tutto il Nano) a schierare una formazione d'emergenza. Fabri in porta ( e fin qui ci siamo), Bledar (o BlAder, come viene affettuosamente chiamato dalla ns. first lady) e Raffa centrali, Zuffi e Tasso terzini fluidificanti (Uff), Capitan Ghini e Uedra in mezzo al campo, fiancheggiati dal Merlo e dal Rosso. Matte a Anto tandem d'attacco. Insieme a coach Beoni, siedono al freddo il DG Accomo e il senatore Cuma.

Inizio scopiettante, vuoi per il freddo che suggerisce un rapido riscaldamento, vuoi per le difese alte ed allegre. Tant'è che dopo 10 minuti una percussione del capitano sventra la difesa avversaria, la palla arriva ad Anto che improvvisa una rabona straordineria...salvata dall'estremo che respinge sui piedi di Ghini, che ritrovatosi senza preavviso con il pallone in mezzo ai piedi pensa bene di calciare il cuoio contro il palo.

Gli avversari non stanno a guardare, e dopo aver colto anch'essi un palo, arrivano al vantaggio grazie ad una tipica azione di contropiede; uno scriba imparziale avrebbe scritto...dopo un liscio difensivo clamoroso.

Il gol ospite crea smarrimento, i ragazzi corrono, ma troppo spesso a vuoto. Invertiamo Bledar con Tasso ma il risultato non cambia.

Negli spogliatoi decidiamo di tornare alla formazione iniziale. La ripresa comincia e ...le occasioni sono tante da una parte e dall'altra. Dopo un loro palo clamoroso, che poteva chiudere i conti, il Merlo inventa un tiro da distanza siderale che si stampa contro la traversa. Contrariamente a quanto succede di solito, questo legno ci da fiducia. La mossa vincente è nell'aria, dalla panchina si alza (si fa per dire, come se fosse rimasto seduto) coach Beoni. Abbiamo bisogno del suo brio in attacco!!! Insieme a Beoni entrano anche Acco e Cuma.
A 10 minuti dalla fine l'impensabile...l'ennesima azione del capitano, culminata con un suo tiro respinto corto dal portiere consente a BEONI di realizzare di rapina. L'urlo dei tifosi è da 'mai sentito'. L'allenatore avversario, mio ex compagno di squadra, mi guarda e ride...come a dire...ci volevamo proprio noi. In effetti una sorta di record il Calderara l'ha realizzato. Mettere nel tabellino marcatori BEONI!!!

Gli avversari rimangono in 10, e 8 minuti di recupero (causa un infortunio a un giocatore avversario al quale tutto il DREAM TEAM rivolge un sentito in bocca al lupo) consentono un forcing finale incredibile; spinti dalla freschezza di due giovanotti come Accomo e Comastri sfioriamo l'impresa, ma oggettivamente sarebbe stato troppo.
Bravi ragazzi, avete gettato il cuore oltre l'ostacolo...!!

Coach Candini

lunedì, dicembre 04, 2006

LA domenica sportiva (4_12_2006)

Le Bolognesi
Sofferta vittoria in trasferta del Bologna di Ulivieri a Verona. Renzaccio propone dal primo minuto Marazzina, Bellucci, Megnhi e Zauli con una 'sola' imposizione: correre per tutta la partita. Match sbloccato da un eurogol di Marazzina pescato in area da Bellucci. Siamo al 19 del pt, da quel momento il Bo amministra abbastanza bene per tutto l'arco della prima frazione di gioco, cogliendo anche un incrocio dei pali con Meghni. Nella ripresa il Verona cerca ovviamente il pareggio, e lo schiramento decisamente offensivo dei rossoblu risente di una adeguata copertura a centrocampo. Anche gli scaligeri colgono un clamoroso legno ad Antonioli battuto e mettono in difficoltà altre 2 volte l'estremo felsineo, che cmq se la cava alla grande. Vittoria da primatista, soffrendo non più di tanto, in trasferta. Sono punti pesanti in chiave promozione. Ora la classifica vede le 3 favorite in testa; Juve, Bologna e Napoli. Comincia il vero campionato!!!

La Virtus batte Milano nel derby dell'Italia cestistica (40 campionati, 5 coppe campioni e 12 coppe italia in campo) compiendo una partita da 'prima della classe'. I bolognesi scappano subito, per poi condurre per tutta la durata dell'incontro. Le uniche volte (2) in cui Milano toprnava ad avvicinarsi persicolosamente ci ha pensato un sontuoso Blizzard con 2 triple frontali a raffreddare gli entusiasmi milanesi. Come detto sontuoso Blizzard (5/6 da tre) e strepitoso Davidson 25 p.ti a referto. Nella peggiore partita itliana del Migliore (Best), grande prova del collettivo; oltre a Blizzard e Davidson, e detta dell'opaca prestazione di Travis vanno ricordate le ottime prestazioni di Lang, e Drejer (finalmente) e l'apporto alla causa di tutta la panca. Come al solito ottima rotazione di coach Markowski. Dal canto suo Milano è riuscita a mantenersi a galla grazie a una grande prova di Nate G. ex F. Non pervenuto il tanto 'pubblicizzato' Gallinari, panchinato a fine primo quarto e riapparso in pieno garbage time. Unica nota di demerito alla V nera, il non aver mai chiuso del tutto il match, dando sempre una minima possibilità di rientro ai milanesi. Primo posto in classifica con Siena, sconfitta a Biella. Aspettando il tanto paventato play e l'ultimo gettone extracomunitario ...non si può che sognare!!!

La Fortitudo cade a Cantù dopo un overtime lottando. Segnali di ripresa ma c'è ancora tanto la lavorare per coach Ataman!!!

Nicola Candini

domenica, dicembre 03, 2006

Consiglio per la visione del BLOG

Per una migliore visione del BLOG è consigliato l'utilizzo di Firefox, al posto dell'abituale Explorer.