La vita in diretta del Funo, squadra che milita nel campionato ECCELLENZA di Bologna. Spazio aperto per i giocatori e i tifosi del DREAM TEAM

giovedì, novembre 30, 2006

Dati e Curiosità del mese trascorso

Solita rassegna riassuntiva del contatore.

Chiavi di ricerca

funopol 9 22,50%
polisportiva funo 4 10,00%
funopol blogspot 2 5,00%
nicola candini 2 5,00%
nicola candini dream team 2 5,00%
polisportiva.funo dream team 2 5,00%
"dea sistemi srl" "bologna" 1 2,50%
blog funo pol 1 2,50%
busone significato 1 2,50%
domenica sportiva kendo 1 2,50%
dream team funopol 1 2,50%
dream team spagna 92 1 2,50%
fortitudo blogspot 1 2,50%
foto malagoli virtus bologna 1 2,50%
gironi coppa campioni phonola 1991/92 1 2,50%
immagini della phonola caserta 1 2,50%
mamaquevo spank 1 2,50%
pagella cronisti ippica 1 2,50%
palalandrover bologna 1 2,50%
palalandrover+bologna 1 2,50%
pilucchi fortitudo 1 2,50%
polisportiva funo calcio 1 2,50%
spot adidas gennaio campo sospeso nel vuoto 1 2,50%
team australia pallanuoto 1 2,50%
v.perse vs ronaldo



Paesi
Italia 413 98,10 % +1,8%
Portogallo 3 0,71 %
Altri 2 0,48 % -78,8%
Paese Visite % Trend %
Stati Uniti d'America 1 0,24 % +16,9%
Regno Unito 1 0,24 %
Brasile 1 0,24 %

Visite totali Novembre 2006; 431

Il tutto consultabile cliccando il link che trovate a fine pagina

QUESTA SERA...OSTERIA DELL'ORSA

Come tutti (o quasi) i giovedì sera, dopo allenamento puntata dal ns amico Marchino all'Osteria dell'Orsa.
Tutti i componenti della squadra sono invitati, compreso Coach Beoni ...e i fortitudini!!!

mercoledì, novembre 29, 2006

CannavOro

Assegnato il 'prestigioso' trofeo al capitano della nazionale italiana campione del Mondo in Germania.

La consegna del trofeo al capitano azzurro ha suscitato un mare di polemiche, principalmente dai soliti francesi (decisamente stufosi) e addetti ai lavori non meglio precisati.

Ora, si deve ben intendere cosa rappresenti e in base a quali criteri si assegni questo trofeo. Se è vero che si considera l'annata calcistica in toto, o se si deve valutare il valore del giocatore assoluto. Detto questo la risposta è semplice e presto detta. Si considera l'anno trascorso, altrimenti non avrebbe senso. Mi spiego; se si valutasse il valore assoluto dei giocatori, per 5 anni avrebbe vinto Zidane, per 5 Baggio, per 20 Maradona...e potrei continuare. Chiaro che ci sono giocatori inarrivabili che saranno sempre più forti, in valore assoluto, dei loro dirimpettai.

Chiarito questo punto non ci vedo nulla di male, al contrario mi sembra molto logica l'assegnazione al capitano della nazionale campione del Mondo.

Nicola Candini

DREAM TEAM - Maggiore R. 2-0

Tipica serata autunnale, non fredda ma uggiosa. Tutto ciò non scoraggia i ns supporters sempre pronti a sostenere il DREAM TEAM.

Coach Beoni, in bilico, azzarda un offensivo 4-3-3; fabri in porta, matte e zuffi in marcatura, il rosso e tasso terzini. In mezzo al campo sove fiancheggiato dal capitano e uedra. Merlo e Anto in appoggio a matte il bomber. Panchina ricca di celebrità, dal DG Accomo a seguito della squadra in un momento difficile, a Fancio infortunato cronico.

La partita è di vitale importanza, se infatti dopo due gara si parlava di promozione, ora i discorsi sono ben diversi, nonostante la classifica sia molto corta...dietro ne abbiamo davvero poche. Ecco che diventa di vitale importanza per una squadra che fuori non vince mai...fare bottino pieno tra le mura amiche dell'olimpico.

Si comincia con i soliti timori reverenziali. Primi 10 minuti in affanno. Se devo essere sincero primi 40 minuti di una noia mortifera. Occasioni poche, forse nessuna...Il Maggiore è squadra calabrese (a detta di alcuni loro elementi), ordinata ma niente di più, ma in un momento così delicato della stagione anche il più abbordabile degli avversari diventa forte e temibile.
Nella ripresa la squadra entra con maggiore brio e intensità. Il gol del vantaggio è da manuale del calcio; lancio filtrante (oggi si potrebbe dire, triangolo del joy pad della play) di Anto per il Merlo, che puntualmente brucia l'avversario...converge al centro...e serve allo stesso Anto il più comodo degli assist. Vantaggio meritato. Gli avversari accusano il colpo, e complice un pò di nervosismo (ingiustificato) rimangono in 10 per un fallaccio su Anto da tergo di un difensore.
Il vantaggio numerico si sente, soprattutto su un campo 'grande' come l'Olimpico. Il raddoppio è la logica conseguenza...sempre Anto già a quota 9 centri, lanciato in contropiede aggira l'avversario e batte il portiere ospite. 2 a 0 e partita finita con 30 minuti di anticipo.

Vittoria scaccia crisi per il DREAM TEAM ma soprattutto per Beoni, 3 punti che ci fanno respirare e ci riportano nella zona centro alta della classifica. Sarà determinante per il futuro cercare di fare qualcosa di più in trasferta.

K.

lunedì, novembre 27, 2006

LA domenica sportiva

Le Bolognesi

Convincente prestazione casalinga del Bologna (finalmente) che alimenta la crisi del Genoa con un perentorio 3 a 1.
Primo tempo sostanzialmente equilibrato nella prima parte, possesso di palla a favore dei rossoblu liguri, ma il Bologna da sempre l'idea di 'controllare' l'avversario.
La rete di Bellucci, molto bella ma qualche responsabilità dell'estremo avversario c'è, cambia la gara. Il Genoa cerca di arrivare al pareggio. Sforzo che produce una traversa verso la fine del primo tempo. Il Bologna, di rimessa, sfiora 2 volte il raddoppio, sempre con Marazzina che spreca due nitide occasioni.
Nella ripresa il tema della gara non cambia. Il Genoa cerca il pareggio, il Bologna controlla, agevolmente per altro e cerca il colpo di rimessa. Raddoppio che avviene in maniera tanto inaspettata quanto incredibile. Torrisi, inserito per l'infortunio di Smit calcia improvvisamente una punizione di poco all'interno della metà campo genoana. Dormita dell'etremo dei grifoni e...gol da cineteca. C'è tempo anche per il 3 a 0, finalmente Marazzina e per il gol della bandiera genoana.
Ottima partita (sontuosi Mingazzini e Bellucci per i ns) contro un avversario in visibile crisi. Ripeto quello che dico dalla prima di campionato, supportato dai match già giocati contro Napoli e Genoa, le altre pretendenti al secondo posto. Non andare in A sarebbe in delitto...

Basket
La Virtus sfiora l'impresa a Siena nel big match della giornata. Partita sempre punto a punto decisa a un minuto dalla fine da un'incomprensione tra Best (il migliore delle V nere) e Davidson.
Un peccato davvero...Virtus che disputa un match di grande sostanza, contro un avversario tosto e, è bene ricordarlo, sempre in chiara emergenza. Best nonostante la bella prestazione non è al meglio, Di Bella non c'è e Michelori era al rientro (ottima prestazione). Rammarico per la prestazione di Drejer che quando conta non scrive quasi mai presente. Credo che con 2 innesti la Virtus possa mantenere agevolmente le posizioni di vertice.
Ataman vince la prima in casa e attenua il volo (verso il basso) della F. La strada è lunga, ma chi ben comincia...

Nicola Candini

NEXT MATCH

Stadio OLIMPICO di Funo Di Argelato
lunedì 27 novembre 2006
h 21.00


DREAMTEAM
Vs
Maggiore Ravone

sabato, novembre 25, 2006

giovedì, novembre 23, 2006

Meteore...

Di recente è uscito un libro che parla delle meterore nel mondo calcistico; con meteore si intende il giocatore che non ha lasciato tracce per i motivi più disparati, dai veri e propri bidoni a giocatori con problemi di ambientamento.
Il Bologna ne ha presentati parecchi, è una delle formazioni che maggiormente ha contribuito alla realizzazione di questo libro :-)

La mia memoria storica, dettata anche dall'anagrafe, riesce a ripescare i 'bidoni' del primo ritorno in A l'architetto del calcio champagne (Gigi Maifredi).

Geovani Silva, talentuosissimo astro nascente del calcio brasiliano sembrava una scommessa vincente, tanto è vero che militava anche nella nazionale carioca. Di lui si ricordano la moglie e un gol da 45 m. a Firenza che ci diede l'ultima vittoria (a oggi) al Franchi.
Herber Waas, soprannominato affettuosamente dai tifosi Waasfanculen, attaccante della ex DDR, celebre per i movimenti 'poco maschili' e per i baffetti. Oltre alla sua velocità, che sovente lo anteponeva al pallone, si ricorda un mitico gol di tacco alla Juventus, gol che l'ha salvato dall'appellativo 'bidone'. Chi segna alla Juve è sempre giustificato! :-)
Mika Aaltonen (non ricordo se si scriva così), in prestito gratutito dall'Inter, che già al tempo cominciava a mandarci giocatori dalla discutibile classe. Non lo si ricorda per niente in quanto giocò davvero pochissimo (in campionato credo 0 presenze).
Hugo Rubio, vera perla del calcio mercato del presidentissimo Corioni. Preferito niente di meno che a Zamorano, si rivelò una vera chiavica. A sua parziale discolpa va detto che si fece male dopo pochi mesi.
Martinez, uruguaiano dell'era Gazzoni, in forza dal Lecce, famoso per le scorribande in Capannina alla domenica notte...aimhè non per quelle sulla fascia di competenza. Indimenticabile la sua chioma permanentata bionda!!!
Questi i nomi più celebri con qualche sicura dimenticanza da parte dello scrivente. Più di recente abbiamo avuto la 'fortuna' di assistere alle performance di Zakorakis, capitano della Grecia campione d'Europa (sticazzi) e vero sex symbol in patria. Difficile pensare che a Bologna saltasse senza problemi la selezione al Matis. Indimenticabili le sue accelerazioni da fermo!!!
Igor Simutenkov non è stato un bidone, ma le poche volte che fu impiegato non brillò per qualità. Indimenticabile il rigore sbagliato contro l'Udinese in casa, partita poi persa 3 a 0 (credo).
Pierino Wome camerunense, passato alla storia bolognese per aver preso i viali contromano ed aver, logicamente, scatenato un incidente.
Senza oltrepassare le Alpi, la mia amata squadra del cuore ha dato presenze a tanti bidoni nostrani. Come dimenticare Nick Ventola, il mitico bomber tascabile Cornacchini, la diga centrale Presicci, l'estremo Cusin, i centrali Quaggiotto (marito della figlia di Corioni) e Ottoni.

Il Bologna mi ha regalato poche gioie sportive, ma tanti ricordi divertenti...e chissà quanti ne ho scordati!!!!

La UISP...

ha risposto in maniera solerte alla ns mail.
Naturalmente hanno detto che devono rispettare determinate date e che i calendari non possono essere posticipati (mi hanno riportato l'esempio dello stadio Dall'Ara, di cui viene data la disponibilità solo in un determinato periodo).

mercoledì, novembre 22, 2006

Riporto di seguito la mail inviata alla UISP con la quale si chiede di ragionare sui calendari stabiliti per la sosta invernale

Gentili Signori,

Apprendo dal Vs. comunicato nr.12 del 21 novembre 2006 che la sosta natalizia (cioè invernale) è prevista dal 16 dicembre al 20 gennaio (sempre considerando i fenomeni atmosferici).

Ora, ammesso che la pioggia consenta di giocare, si presume una sosta di un mese scarso e una conseguente ripresa il 20 di gennaio, in pieno inverno.

Mi permetto di muovere un paio di considerazioni, al momento in nome della società Polisportiva Funo, per cui lo scrivente gioca.

I mesi di dicembre, gennaio e febbraio, sono particolarmente freddi e se consideriamo che molte squadre, noi compresi, giocano di lunedì sera dalle ore 21.00 non è difficile ipotizzare temperature polari. Non ultimo è importante ricordare che la maggior parte dei campi utilizzati, soprattutto entro le mura cittadine, sono in terra, superficie che col ghiaccio impedisce un regolare svolgimento della partita, mettendo a serio rischio l’incolumità fisica dei giocatori.

I gironi comprendono 11/12 squadre, un numero esiguo che consentirebbe un logico spostamento in avanti dell’attività senza recare alcun danno ai calendari, fermo restando che molte squadre preferirebbero recuperare giornate durante la settimana in periodi primaverili (noi del Funo si ad esempio).


Lo scrivente l’anno passato, a fine febbraio 2006, ha subito un infortunio molto grave. Infortunio che mi tiene ancora fuori dai campi di gioco e che mi sta costando tempo e denaro…in parte dovuto alle temperature rigide e al fatto che il campo in oggetto fosse ghiacciato (mi sono fatto male su una lastra al calcio d’inizio del primo tempo, dopo 30 secondi…avevo toccato il pallone solo io dall’inizio della partita!!!!!!).


La mail vuole essere una oggettiva considerazione e mi auguro un motivo di discussione che consenta di rivedere le date decise.

Cordiali Saluti

Per la società Polisportiva Funo

Nicola Candini

DEA SISTEMI s.r.l.

Via del Tuscolano, 3

BOLOGNA

339 xxxxxxxx

www.funopol.blogspot.com

!!! SMENTITE !!!

!!! INCREDIBILE !!!

martedì, novembre 21, 2006

lunedì, novembre 20, 2006

LA domenica sportiva

Le Bolognesi
Il Bologna esce sconfitto dal San Paolo nel primo vero confronto diretto dell'anno. Partita soporifera, con pochissime occasioni da una parte e dall'altra. Decide un penalty procurato e trasformato da Calaiò; rigore discutibile segnalato dal guardalinee e non dall'arbitro che era in posizione decisamente migliore, epilogo che ha fatto andare su tutte le furie il presidente Cazzola.
La polemica nei confronti della terna ci sta, soprattutto da parte di una squadra che negli ultimi anni ha sempre subito decisioni quantomeno discutibili, ma mi preoccuperei più del gioco.
Nel calcio per segnare si deve tirare...e se tiri una volta sola, tra l'altro con % altissime (un tiro un palo) difficilmente riesci a vincere le partite. Il Napoli è una discreta formazione, con due giocatori sopra le righe (Calaiò e Bucchi), ma decisamente inferiore al Bologna. Rimaniamo però sempre sulla carta, perchè sino ad oggi l'undici di Mister Ulivieri non ha saputo dimostrare quella forza che stampa e addetti ai lavori (compreso il sottoscritto) gli hanno assegnato alla vigilia.
La nota positiva, a cercare il pelo nell'uovo, è che la classifica è molto corta, il Napoli primo è a soli 3 punti dal Bologna.
Venerdì in anticipo secondo match promozione col Genoa, stavolta al Dall'Ara, e poco dopo la Juventus. Se si vuole salire è giusto dimostrarlo sul campo a cominciare dalle dirette concorrenti...

La Virtus azzoppata e rattoppata massacra a domicilio Reggio Emilia, lontana parente della formazione che l'anno scorso tra le mura amiche battè sia V che F. Anche la Virtus di quest'anno poco ricorda la squadra dell'anno scorso. Riassunto; Reggio più scarsa, Virtus più forte, risultato mortificante per la Bipop, considerando anche l'impiego controllato di Best (pochi minuti ma 3/3 dal campo) e le solite assenze di Di Bella e Michelori. Prima posizione e domenica in anticipo match da primato a Siena, sperando di recuperare del tutto Best.
La Fortitudo dopo la figuraccia con Colonia in casa cambia allenatore ma non la musica. Sconfitta da una sempre più sorprendente Montegranaro, trascinato dal bolognese Vitali. Ataman nuovo coach biancoblu si era presentato ai propri giocatori chidendogli: ' con chi giochiamo domenica' alla risposta Premiata il turco deciso ' ma chi sono questi?'. Quelli che ti hanno battuto...meglio informarsi sulle squadre avversarie ed ora...non farsi prendere dal vortice legaDue!!!

Nicola Candini

domenica, novembre 19, 2006

San Donato - DREAM TEAM 2-0

Sabato pomeriggio freddo e uggioso e primo campo pesante dell'anno. Attrezzatura della squadra non adeguata, dove con adeguato si intendono le scarpe da 6 (per i non pratici gli scarpini che si devono usare in caso di pioggia o cmq campo pesante).

Come dicevo primo campo pesante e prima vera volta della squadra in emergenza; 13 giocatori a referto (compreso coach Beoni), dei quali 8 difensori...e qualcuno febbricitante.

Cronaca avara, dopo una prima occasione macrospocica a ns favore, subiamo l'uno due avversario.
Le soluzioni sono poche, soprattutto in avanti e non riusciamo ad accorciare le distanze.
Sconfitta che ci allontana dalle zone alte, la classifica rimane cmq cortissima; contiamo in un pronto recupero di alcuni effettivi!!!!!

venerdì, novembre 17, 2006

NEXT MACTH

Sabato 18 Novembre 2006

San Donato
Vs
DREAM TEAM

martedì, novembre 14, 2006

Riunione CDA

In data 13 novembre 2006, presso la 'Valentina', rinomato centro enogastronomico (stica, mico, stopar) di Funo di Argelato, il consiglio di amministrazione del DREAM TEAM si è riunito per deliberare quanto segue:

- le eventuali nuove uniformi rispecchieranno in toto il dictat dello sponsor (chi paga ha sempre ragione) e non saranno reversibili, per il semplice fatto che non se ne vede l'utilità;

- il sito internet nascerà, compatibilmente con gli impegni di chi poi si sbatterà nel crearlo e nel gestirlo dopo aver chiesto e ottenuto l'autorizzazione dal presidente della Polisportiva;

FunoPol THE DREAM TEAM
(C.D.A in toto)

lunedì, novembre 13, 2006

Sito Internet

Dopo varie consultazioni, siamo arrivati alla decisione di fare il fatidico passo...in più.
Aprire un vero e proprio sito internet dedicato al DREAM TEAM. L'idea balenava da tempo, ma visti i molti contatti sul blog, le continue ricerche vane di molti visitatori (links, foto, informazioni stabili, sponsor) abbiamo pensato che i tempi siano maturi per intraprendere questa nuova avvenuta, che ben inteso non si discosta molto dal blog (che cmq rimarrà, vivrà sia di luce propria che riflessa del sito).

I vantaggi du un sito internet sono facilmente intuibili, e si avranno molte più possibilità, compresa, non ultima la visibilità degli sponsor.

A questo punto si deve decidere il nome, non tutti sono disponibili, ad esempio...www.dreamteam.it/com/net è occupato.
Molte disponibilità inserendo la parola Funo...di seguito alcune proposte che voteremo, amplieremo per arrivare alla decisione finale sul nome del sito.

funocalcio.it/com/net
funopol.it/com/net
funopolthedreamteam.it/com/net

LA domenica sportiva (12/11/06)

Le Bolognesi

Il Bologna vince il 'quasi tesatcoda' contro l'Arezzo, ultimo a meno 1. Questa è la notizia positiva, putroppo l'unica. Chiariamoci, il Bologna ha avuto un sacco di occasioni, Marazzina, prima di essere sostituito ha gettato almeno 6 palle gol nitide, ma la manovra della squadra è apparsa lenta e macchinosa. Il vantaggio dei rossoblu rispetto a tutte le squadre della cadetteria (Juve a parte) è che giocando a ritmi bassi, qualche giocatore di categoria può trovare la giocata risolutrice, sabato è stato il caso di Zauli. Ma da una formazione che schiera giocatori di categoria superiore, opposta all'ultima in classifica, tra le cui file il migliore è stato tale Galeotto (sarà un altro beneficiario della legge indulto??) ci si attende qualcosa di più. A Bologna non siamo troppo esigenti, non blocchiamo la A1, la A14 o la A13, il Marconi o la Stazione Centrale, però siamo liberi di non andare allo stadio se lo spettacolo offerto è questo. Non si ha la pretesa di avere Kolyvanov o Baggio, ma che...Zauli, Bellucci, Marazzina e Amoroso almeno una volta saltino con una finta Galeotto e soci.
La classifica sorride, 19 punti, 4 posizione a ridosso del Piacenza e della Juve...forse questa è la seconda notizia positiva!!

La Virtus perde in casa contro la Benetton, ma rischia l'impresa. Perchè parlo di impresa? Semplicemente perchè concedere l'intero pacchetto play (Di Bella fermo fino a gennaio e Best in borghese per un fastidio muscolare) in un campionato di questo livello è deleterio per qualunque squadra. Di riflesso si capisce che se ti mancano non solo i 2 portatori principali, ma 2 tra i maggiori realizzatori offensivi, la difesa avversaria ha buon gioco, riducendo le soluzioni difensive nella marcatura dei pochi uomini da punti rimasti a referto (Drejer, ancora una volta abulico quando si ritrova a dover dimostrare qualcosa in più, e Vuckcevic che da 3 non la mette da settembre). Nonostante questo, dicevo, a 7 secondi dalla fine, una bomba di Giovannoni portava la V nera a meno 1, salvo poi sbagliare la rimessa dopo i liberi segnati da Tv.
Questa Virtus al completo è fortissima per il livello del campionato, basta un piccolo sforzo per non perdere questa grande opportunità.
La Fortitudo perde a Milano, risultato, quest'anno, ampiamente preventivabile!!!!

Nicola Candini

giovedì, novembre 09, 2006

Merchandising

91° Le reazioni dei protagonisti

Coach Beoni tra luci ed ombre:' la squadra ha male interpretato il primo tempo, arrivando addirittura disunita verso la fine della prima frazione. Nella ripresa grande prova d'orgoglio, però per la promozione in casa servono sempre i 3 p.ti'


martedì, novembre 07, 2006

Commento sulla gara

Non ho particolari note sui singoli, anche se molti hanno giocato ben al di sotto della sufficienza, in particolare sono pochi i meritevoli di un 6 o più. Questo però capita, succede. La prima dell'anno 'invernale', la squadra avversaria che a differenza di altre correva da subito, la stanchezza...può succedere e succederà altre volte, non è un problema.

La nota che invece secondo me merita attenzione è la seguente; per giocare con un 3-5-2 servono gli uomini adatti. Nel 3- 5- 2 o hai due ali che spingono e riescono a difendere e offendere, o un 3/4 che copra e attacca. In questi due casi il 3 -5- 2 (nel secondo caso sarebbe a dire il vero un 3 -4 -1 -2) paga, altrimenti regali un uomo in difesa e i 3 centrocampisti centrali si pestano i piedi.

Nel ns caso specifico Alberg se proprio deve essere schierato a centrocampo deve giocare da centrale e non a lato, e in secondo luogo non ci sono 3/4 in squadra salvo lo sfigato che scrive. Quindi, senza criticare niente e nessuno, un consiglio spassionato per la prox gara casalinga è quello di adottare un modulo diverso, aspettando che qualche sfigato (io) torni a giocare ed evitando di togliere Alberg da un ruolo che non solo ricopre alla perfezione, ma da sicurezza a tutti...pubblico compreso. E' un dato oggettivo, quando Alberg gioca dietro tutti sono più sicuri...

Nicola Candini

DREAMTEAM Vs 3borgate 2-2

Prima vera invernale all'Olimpico di Funo. Il DREAM TEAM reduce da una opaca prestazione cerca un immediato riscatto contro un'altra delle favorite alla vittoria finale (almeno così dicono, per me no...però...) il 3borgate.

Serata come precedentemente detto fredda, pubblico sempre presente e caldo anche se arrivato con colpevole ritardo (erano tutti al bar a scaldarsi). Algi ordini dell'arbitro istituzione del campionato UISP di Bologna, coach Beoni schiera un casalingo 3 5 2 senza. Fabri in porta, coperto da Matte, il Rosso e Raffa. In mezzo al campo Sove con Alberg e Bledar rispettivamente mezzo dx e sx, il Merlo e il Capitano a pompare sulle ali. Anto e Matte il Bomber in avanti.
Con coach Beoni e il Kendo a scaldare la panca rimangono il senatore Cuma, Zuffi, Tasso e Fancio.

L'inizio è promoettente, nei primi 10 minuti si creano due belle palle gol, senza però riuscire a portarci in vantaggio. L'inerzia della partita cambia all'istante. Il 3 borgate si impadronisce del campo e crea diversi pericoli sulla ns fascia dx. Inveitabile il loro vantaggio e aimhè il raddoppio.

Squadra nella prima frazione contratta e nervosa, incapace di reagire e colpire. Verso la fine del primo tempo sfioriamo un gol che avrebbe fatto sicuramente comodo.

Nella ripresa coach Beoni manda in campo Fancio, Tasso e Zuffi. Il calo degli avversari è notevole e visibile a un esperto di ippica e non di calcio. Finalmente attacchiamo, sembra la partita fotocopia dell'anno passato contro gli stessi avversari. Vantaggio rispetto all'anno passato, abbiamo due e non tre gol da rimontare. Su un cross dalla destra il Merlo riesce ad anticipare il diretto avversario e a insaccare...caricando la squadra verso la rimonta, a fine primo tempo parsa impensabile.
Il tre borgate non riesce ad arrivare alla ns 3/4 e puntualmente arriva il raddoppio, merito di un grande recupero di Fancio che brucia l'avversario diretto e rovescia al centro dove un sempre puntuale Merlo sigla il pareggio e la sua personalissima doppietta.

Partita dai 2 volti, un tempo per parte e risultato sostanzialmente giusto. Rimane il rammarico per il primo tempo, dove sicuramente gli avversari hanno ben giocato, ma la squadra non riusciva a tenere il modulo deciso dal mister.

In chiave classifica cambia poco. A parte le ultime due in coda il resto della classifica è davvero compatto e racchiuso in pochissimi punti. Qualunque previsone è prematura, trovarsi primi o 3ultimi è un attimo. Continuiamo a dare il meglio, questa è sempre la strada giusta.

Nicola Candini

venerdì, novembre 03, 2006

Qualche considerazione...sul BLOG

Abbiamo superato le 1000 visite e ricevuto visite da ogni parte del globo (Stati Uniti, Costa Rica, Spagna, Francia, Germania, Inghilterra, Belgio...e altri non esplicati dal contatore).

Molti sono entrati cercando il blog, altri per caso, altri ancora per cercare info su qualcuno di noi, altri ancora solo per vedere classifiche o vedere il calendario.

Sta di fatto che siamo andati oltre ogni più rosea previsione e questo ci riempie di gioia.

Speriamo di proseguire così e di ottenere gli stessi successi, anzi se possibile di aumentarli. Contiamo di migliorare la grafica del blog in un primo momento per poi passare ad un vero e proprio sito web.

RingraziandoVi ...Vi auguriamo buon proseguimento!!!

OSTERIA DELL'ORSA ...

...probabile nuovo partner del DREAMTEAM.
Le voci non sono certe, discrezione è la parola d'ordine. Un sodalizio del genere potrebbe aprire scenari impensabili nel mondo calcistico dilettantistico di Bologna.

Le notizie ufficiose parlano di un incontro notturno tra il boss della mitica osteria bolognese Marco O. e il ns. capitan Ghini!!!!!!!!!!!

Attendiamo sviluppi...

mercoledì, novembre 01, 2006

NEXT MATCH

Lunedì 6 novembre 2006
STADIO OLIMPICO DI FUNO
h 21.00
FUNOPOL THE DREAMTEAM
Vs
Tre Borgate