La vita in diretta del Funo, squadra che milita nel campionato ECCELLENZA di Bologna. Spazio aperto per i giocatori e i tifosi del DREAM TEAM

mercoledì, giugno 28, 2006

Mondiali

Non volevo citare l'internazionale evento della pelota...ma la sconfitta degli odiati spagnoli mi ha dato una certa, chiamiamola così, enfasi.

Ai quarti di finale, se si fa eccezione per l'Ucraina e il Portogallo, sono arrivate le squadre più blasonate del Mondo, con l'unica defezione dell'Uruguay che ha mancato la qualificazione alle fasi finali. Da tempo non accadeva, se ricordate bene la finale degli ultimi europei vedeva in lizza Portogallo e Grecia, e agli ultimi mondiali abbiamo visto in semifinale Turchia e Corea Del Sud...cose impensabili alla vigilia delle manifestazioni citate. La geografia del pallone è tornata a orientarsi in maniera più congrua.

Detto questo, voglio entrare nel dettaglio tecnico della manifestazione. I gironi di qualificazione oltre alle solite note avevano messo in mostra outsider come Spagna e Ghana, mentre è mancata a differenza delle scorse edizioni la vera sorpresa (vedi Corea del Sud e Turchia 2002). Poteva esserlo l'Australia, ma ha centrato solo il passaggio agli ottavi.

Gli ottavi hanno visto uscire mestamente anche queste due pretendenti...in maniera diversa, ma con risultato medesimo, la sconfitta.

La stampa estera critica in maniera feroce l'Italia di Lippi. Premetto che non sono un grosso estimatore di questa nazionale, dal punto di vista tecnico intendo, ci mancano i grandi campioni del passato e oggettivamente sulla carta non valiamo il titolo, ma sentire sempre ...'l'italia fa il catenaccio', 'l'italia bara' ecc, non è simpatico ma soprattutto non è veritiero.

Non abbiamo mostrato molto forse, se non una difesa fortissima, ma non mi pare che gli altri possano mettere in mostra chissà cosa. L'argentina ha giocato la partita della vita con la serbia (nazionale che già si sapeva non esiste più...) per poi rischiare più di noi col Messico. L'Inghilterra...che dire dell'Inghilterra...evito. Per non parlare del Brasile.

Inviterei quotidiai come l'iberico Marca a pensare ai loro 4 gatti, al fatto che hanno una nazionale che perde sempre quando conta...che vince solo le amichevoli, al fatto che è da millenni che non hanno giocatori di livello (l'unico forse Roul, ma è bollito), al fatto che è normale che siano usciti agli ottavi perchè hanno una squadra scarsa, decisamente più scarsa della tanto criticata, da loro, italietta!!!!!!!!!!!!!

E visto che ci sono...a non criticare l'Italia per usi e costumi che loro e tutti ci copiano...diventando risibili e ...come direbbe il capitano, inascoltabili. Siamo italiani, nel bene e nel male, tutti ci criticano e insultano ma da sempre ci copiano non ottenendo mai risultati almeno sufficienti. Il fatto è che ci invidiano...e l'invidia è una brutta bestia.

Nicola Candini

mercoledì, giugno 21, 2006

Terminato il campionato di Basket...

...che a Basket City è più sentito del calcio

2005/06Benetton Treviso
Fortitudo Bologna3-1

cronologia dal 1990
2004/05
Fortitudo Bologna
2003/04
Montepaschi Siena
2002/03
Benetton Treviso
2001/02
Benetton Treviso
2000/01
Virtus Bologna
1999/00
Fortitudo Bologna
1998/99
Pall. Varese
1997/98
Virtus Bologna
1996/97
Benetton Treviso
1995/96
Stefanel Milano
1994/95
Virtus Bologna
1993/94
VirtusBologna
1992/93

Virtus Bologna
1991/92

Benetton Treviso
1990/91
Phonola Caserta

il dato oggettivo è che la Fortitudo ha steccato l'ennesima finale, ma tanto l'importante è esserci...dicono. No, sorry, l'importante è vincere, punto e basta

Virtus Bologna: dal 1976/77 giocate 11 finali, V8 P3
Di cui 2 Vs F, vinte entrambe

Fortitudo Bologna: dal 1976/77 giocate 10 finali, 2V P8
Di cui 2 Vs V, perse entrambe

Olimpia Milano: dal 1976/77 giocate 12 finali, 6V 6P
Di cui 2 Vs V, perse entrambe
Di cui 2 Vs F, una vinta e una persa

Benetton Treviso: dal 1976/77 giocate 9 finali, 5V 4P
Di cui 2 Vs V, perse entrambe (3-o tra l'altro, entrambe)
Du cui 5 Vs F, quattro vinte, una persa

Il link della Lega da cui potrete verificare i dati http://www.sports.it/it/basket/albo.html

Mondiali 2006

Mi pare doveroso un commento sui mondiali che si stanno disputando in Germania.


La stampa italiota come sempre ha esagerato, sia in ottimismo, sia in pessimismo, ma questo è tipico dei media nostani.L'Italia sta deludendo? L'Italia è in crisi? Niente di tutto questo, premesso che non ho, personalmente, nè elogiato oltre misura la performance col ghana nè la grigia prestazione con gli Usa...l'Italia sta facendo il mondiale coi mezzi che ha, che in questa competizione sono discreti ma non eccelsi.

Guardando il rooster delle squadre che partecipano al mondiale, facendo considerazioni meramente cartacee, siamo una discreta squadra, nettamente inferiore al Brasile, all'Argentina, alla Francia, forse all'Inghilterra, probabilmente leggermente superiori all'Olanda, alla Germania e alla Spagna. Ora, si può essere piò o meno d'accordo, secondo me il dato oggettivo è che con Grosso, Barone, Zaccardo i mondiali non li vinci a meno di grossi exploit o coincidenze astrali fortunate.

A USA 94 (Italia 90 manco la cito tanto era ovvia la ns superiorità) l'Italia era anche sulla carta una delle favorite, era una squadra che si permetteva il lusso di schierare Signori mezzala sinistra, una squadra che aveva dei laterali veri e che oltre a quel fenomeno di Baggio presentava Zola e Donadoni...gente che l'uomo lo puntava e 4 volte su 5 lo saltava...quelli erano signori giocatori!!!

La nazionale attuale ha una coppia di attaccanti fortissima, e le riserve sono validissime ed il portiere più forte (o tra i più forti) del mondo. Negli altri reparti pecchiamo. La coppia centrale difensiva è probabilmente la più forte del mondiale...ma se uno dei 2 si fa male non ci sono ricambi all'altezza, il problema sulle ali è noto da anni ormai e a centrocampo, salvo Pirlo, manca la qualità. Questi sono dati oggettivi, poi potremmo anche vincere il mondiale...ma facendo un discorso realista e concreto, la tanto agoniata coppa dovrebbe spettare ad altri!!!

IL BLOG ESTIVO

Il DREAM TEAM è in ferie e come avete visto i post 'si sprecano'. Aggiungete il fatto che qualche volta lavoro...in parole povere si accettano blog a tema e su richiesta...basta che chiediate...e proponiate

lunedì, giugno 19, 2006

...ricordate? sacrosante verità...

QUEI BEI TEMPI...

Lo scopo di questa missiva é quello di rendere giustizia a una generazione, quella di noi nati agli inizi degli anni '80 (anno più,anno meno), quelli che vedono la casa acquistata allora dai nostrigenitori valere oggi 20 o 30 volte tanto, e che pagheranno la propria fino ai 50 anni.Noi non abbiamo fatto la Guerra, né abbiamo visto lo sbarco sulla luna, non abbiamo vissuto gli anni di piombo, né abbiamo votato il referendum per l'aborto e la nostra memoria storica comincia coi Mondiali di Italia '90. Per non aver vissuto direttamente il '68 ci dicono che non abbiamo ideali, mentre ne sappiamo di politica più di quanto credono e più di quanto sapranno mai i nostri fratelli minori e discendenti. Babbo Natale non sempre ci portava ciò che chiedevamo, però ci sentivamo dire, e lo sentiamo ancora, che abbiamo avuto tutto, nonostante quelli che sono venuti dopo di noi sì che hanno avuto tutto, e nessuno glielo dice. Siamo l'ultima generazione che ha imparato a giocare con le biglie, a saltare la corda, a giocare a lupo, a un – due – tre - stella, e allo stesso tempo i primi ad aver giocato coi videogiochi, ad essere andati ai parchi di divertimento o aver visto i cartoni animati a colori. Abbiamo indossato pantaloni a campana, a sigaretta, a zampa di elefante e con la cucitura storta; la nostra prima tuta è stata blu con bande bianche sulle maniche e le nostre prime scarpe da ginnastica di marca le abbiamo avute dopo i 10 anni. Andavamo a scuola quando il 1 novembre era il giorno dei Santi e non Halloween, quando ancora si veniva bocciati, siamo stai gli ultimi a fare la Maturità e i pionieri del 3+2... Siamo stati etichettati come Generazione X e abbiamo dovuto sorbirci Sentieri e i Visitors, Twin Peaks e Beverly Hills (ti piacquero allora, vai a rivederli adesso, vedrai che delusione). Abbiamo pianto per Candy-Candy, ci siamo innamorate dei fratelli di Georgie, abbiamo riso con Spank, ballato con Heather Parisi, cantato con Cristina D'Avena e imparato la mitologia greca con Pollon. Siamo una generazione che ha visto Maradona fare campagne contro la droga. Siamo i primi ad essere entrati nel mondo del lavoro e quelli per cui non gli costa niente licenziarci. Ci ricordano sempre fatti accaduti prima che nascessimo, come se non avessimo vissuto nessun avvenimento storico. Abbiamo imparato che cos'è il terrorismo, abbiamo visto cadere il muro di Berlino, e Clinton avere relazioni improprie con la segretaria nella Stanza Ovale; siamo state le più giovani vittime di Cernobyl; quelli della nostra generazione l'hanno fatta la guerra ( Kosovo, Afghanistan, Iraq, ecc.); abbiamo gridato NO NATO, fuori le basi dall'Italia senza sapere molto bene cosa significasse, per poi capirlo di colpo un 11 di settembre. Abbiamo imparato a programmare un videoregistratore prima di chiunque altro, abbiamo giocato a Pac- Man, odiamo Bill Gates e credevamo che internet sarebbe stato un mondo libero. Siamo la generazione di Bim Bum Bam, di Clementina e il Piccolo Mugnaio Bianco e del Drive-in. Siamo la generazione che andò al cinema a vedere i film di Bud Spencer e Terence Hill. Quelli cresciuti ascoltando gli Europe e Nik Kamen, e gli ultimi a usare dei gettoni del telefono. Ci siamo emozionati con Superman, ET o Alla Ricerca dell'Arca Perduta. Bevevamo il Billy e mangiavamo le Big Bubble, ma neanche le Hubba Bubba non erano male; al supermercato le cassiere ci davano le caramelline di zucchero come resto. Siamo la generazione diCrysta Ball("con Crystal Ball ci puoi giocare..."), delle sorprese del Mulino Bianco, dei mattoncini Lego a forma di mattoncino, dei Puffi, i Voltrons, Magnum P.I., Holly e Benji, Mimì Ayuara,l'Incredibile Hulk, Poochie, Yattaman, Iridella, He-Man, Lamù, Creamy, Kiss Me Licia, i Barbapapà, i Mini-Pony, le Micro-Machine, Big Jim e la casa di Barbie di cartone ma con l'ascensore.La generazione che ancora si chiede se Mila e Shiro alla fine vanno insieme. La generazione che non ricorda l'Italia Mondiale '82, e che ci viene un riso smorzato quando ci vogliono dare a bere che l'Italia di quest'anno è la favorita...L'ultima generazione a vedere il proprio padre caricare il portapacchi della macchina all'inverosimile per andare in vacanza 15 giorni. L'ultima generazione degli spinelli...Guardandoci indietro è difficile credere che siamo ancora vivi: viaggiavamo in macchina senza cinture, senza seggiolini speciali e senza air-bag; facevamo viaggi di 10-12 ore e non soffrivamo di sindrome da classe turista. Non avevamo porte con protezioni, armadi o flaconi di medicinali con chiusure a prova di bambino. Andavamo in bicicletta senza casco né protezioni per le ginocchia o i per i gomiti. Le altalene erano di ferro con gli spigoli vivi e il gioco delle penitenze era bestiale. Non c'erano i cellulari.Andavamo a scuola carichi di libri e quaderni tutti infilati in una cartella che raramente aveva gli spallacci imbottiti, e tanto meno le rotelle!!!Mangiavamo dolci e bevevamo bibite, ma non eravamo obesi. Al limite uno era grasso e fine.Ci attaccavamo alla stessa bottiglia per bere e nessuno si è mai infettato.Ci trasmettevamo solo i pidocchi a scuola, cosa che le nostre madri sistemavamo lavandoci la testa con l'aceto.Non avevamo Playstation, Nintend 64, videogiochi, 99 canali televisivi, il dolby-surround, cellulari, computer e Internet, però ce la spassavamo tirandoci gavettoni e rotolandoci per terra tirando su di tutto; bevevamo l'acqua direttamente dalle fontane dei parchi, acqua non imbottigliata, che bevono anche i cani! E i ragazzi si intortavano inseguendo le ragazze per toccar loro il sedere e giocando al gioco della bottiglia o a quello della verità, non in una chat.Abbiamo avuto libertà, fallimenti, successi e responsabilità e abbiamo imparato a crescere con tutto ciò.Tu sei uno di nostri?Congratulazioni!Invia questo a tutti coloro che hanno avuto la fortuna di crescere come bambini. Aggiungo…chiunque abbia qualcosa da aggiungere lo faccia…

martedì, giugno 13, 2006

UPDATE

Mentre impazzano i mondiali la fervente attività socio/organizzativa del DREAM TEAM continua.

Il riconfermato (quindi galvanizzato) coach Beoni pare abbia ingaggiato tre giocatori di esperienza, che, a detta sua, faranno comodo alla ns causa. Poco male, anzi bene (speriamo).

Il Merlo è convolato a nozze...come ricordato sul Blog.
Qualcuno continua a calciare il pallone in qualche torneo rurale (su tutti il 'notissimo' torneo a 7 della chiesa di Funo), altri si stanno leccando le ferite, altri ancora non fanno nè l'uno nè l'altro.
Insomma è giusto che ognuno si faccia i c...i propri, ci sta, dopo un'annata del genere un pò di meritato riposo (o svago) è d'uopo!!!

Seguiranno prime dai quotidiani ed immagini della nostra estate!!!

...K

mercoledì, giugno 07, 2006

GOSSIP estivo...


PRIMO INDIZIO...

giovedì, giugno 01, 2006

Sabato MAIN EVENT

NON SI POTEVA CHIEDERE IMMAGINE PIU' PROFETICA
- il Merlo, prossimo al matrimonio dietro alle sbarre (metaforicamente) ci prende in giro...; in rappresentanza dei single della squadra i più sinceri auguri -








Qualche consiglio a spot per l'ultima notte...per gli amici s'intende (ricordando che le ns madrine sono meglio eh...)